giovedì 26 settembre 2013

Il signore delle mosche di William Golding



 Ansiogeno
Inizia come un libro di avventura per ragazzi, si trasforma in un incubo, finisce lasciando addosso l'angoscia della consapevolezza di quanto l'uomo, anche se bambino, abbia una parte bestiale in sé pronta a distruggere. Viene considerato un libro di formazione, ma se avessi un figlio eviterei di far glielo leggere prima dei quindici anni almeno. 
Sicuramente non posso dire che mi sia piaciuto, una storia troppo cruda e crudele, tuttavia apprezzabile in quanto il messaggio arriva chiaro: tutti, o quasi tutti, se in condizioni estreme, possiamo tirar fuori una parte di noi spaventosa. La paura porta alla bestialità ed insieme prevalgono sulla ragione. 
Questo libro può essere metafora delle difficoltà di convivenza umane, offre molti spunti di riflessione e materiale su cui riflettere.
Posta un commento