giovedì 29 agosto 2013

Requiem di G.Tabucchi

Copertina di Requiem

Come vorrei avere la versione originale in portoghese!
Ormai con Tabucchi non so essere obiettiva. Specie se mi porta a Lisboa, la città che amo di più dopo casa mia.
Interessante anche la nota del traduttore nella quale spiega un po' perchè Tabucchi non si è tradotto da solo. E'anche interessante notare che la traduzione è talmente fedele e precisa che la parola "sorte" è rimasta "sorte" e non "fortuna" come siamo soliti dire in Italia. In Portogallo si dice 'Boa sorte' per dire 'Buona fortuna' ma se si assapora bene ci si accorge che dire 'Buona sorte' è molto diverso, ha un diverso peso e significato...solo questo basta a farmi capire perchè Tabucchi ha avuto la necessità di scrivere in portoghese.
La storia è strana che più strana non si può, ma che ci posso fare? Tutto quello che scrive quest'uomo per adesso mi piace e mi porta in una dimensione altra.
Posta un commento