domenica 25 agosto 2013

L'ora di pietra di M.Oggero

Copertina di L'ora di pietra
Pomeriggi con Imma
Sono due pomeriggi che trascuro di dipingere per stare in compagnia di Imma, la protagonista di questa storia. La vicenda non sarà particolarmente originale ma nemmeno banale, sta di fatto che prende. Con i suoi capitoli brevi, in cui viene alternato il monologo di Imma alle parti narrate sulle persone che le gravitano intorno, questo romanzo si fa leggere proprio volentieri.
E' il mio primo libro della Oggero e non so se questo sia il suo abituale modo di scrivere, quando fa parlare Imma si cala nella parte della quattordicenne del sud e le frasi sono scritte come se a pensarle fosse davvero una ragazzina. Per certi versi "L'ora di petra" mi rammenta "Le luci nelle case degli altri" della Gamberale, ma mentre nell'altro romanzo avvertivo i pensieri della protagonista poco realistici per essere pensati da una ragazzina, in questo caso mi pare che Imma sia ben centrata come personaggio. Sono piacevoli anche le parole dialettali, che danno colore e aiutano a calarsi nell'ambiente.
Sicuramente non un capolavoro ma una storia molto piacevole da leggere.
Posta un commento