domenica 2 settembre 2012

Ti prendo e ti porto via di N.Ammanniti

Copertina di Ti prendo e ti porto via

Questo libro è un film, mentre lo si legge è possibile vederlo scorrere nella nostra mente... le pagine volano così come gli scenari. Ammanniti ha una grande capacità descrittiva di stati d'animo e di paesaggi, ti porta dentro il libro e te lo fa vivere, questo romanzo mi è entrato di prepotenza nelle viscere.
Una storia bella tra virgolette perchè mi ha lasciato un profondo senso di frustrazione e di malinconia per l'impossibilità per certe vite di avere un finale felice, pieno e totale.
Il classico libro da "ovosodo" in gola, ti lascia quella sensazione che non va né su e né giù, una piccola oppressione che ti resta addosso qualche giorno anche dopo che lo hai finito.
Da leggere.
Posta un commento